Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_pechino

Patente cinese. Uso in Italia da parte di cittadini cinesi o italiani non residenti in Italia

 

Patente cinese. Uso in Italia da parte di cittadini cinesi o italiani non residenti in Italia

Di concerto con il Servizio di Polizia stradale del Ministero dell’Interno e la D.G. per la Motorizzazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sono state definite le modalità con cui un cittadino cinese non residente in Italia può condurre (e noleggiare) autoveicoli in Italia utilizzando la propria patente cinese.

In base all’art. 135 del nuovo Codice della Strada, i titolari di patenti di guida cinesi (inclusi i cittadini italiani residenti in Cina) possono condurre autoveicoli sul territorio italiano “a condizione che non siano residenti in Italia da oltre un anno e che, unitamente alla medesima patente, abbiano un permesso internazionale ovvero una traduzione ufficiale in lingua italiana della predetta patente.”

La traduzione ufficiale certificata in lingua italiana può essere anche alle rappresentanze diplomatico consolari italiane all’estero, senza previa necessità di una legalizzazione notarile.

Per poter procedere alla certificazione della traduzione in italiano della propria patente cinese è necessario recarsi presso gli uffici consolari dell’Ambasciata d’Italia a Pechino.


Ai fini dell’autentica della traduzione, l’interessato o un suo delegato, dovrà presentare la seguente documentazione:

  1. patente di guida cinese in originale e fotocopia della patente stessa;
  2. traduzione in italiano della patente di guida in un’unica pagina. La traduzione potrà essere eseguita sia da una qualsiasi agenzia di traduzione sia da privati (si prega di utilizzare il seguente facsimile);
  3. passaporto in originale e fotocopia della pagina del passaporto con i dati anagrafici;
  4. visto Schengen di categoria C in corso di validità e fotocopia del visto;
  5. qualora il richiedente non possa venire di persona all’Ambasciata è possibile delegare una terza persona presentando una delega firmata. All’interno della delega occorre specificare il nome, il cognome e il numero di documento di identità del delegato. Al momento della consegna dei documenti, il delegato deve presentare la sua carta di identità in originale e in fotocopia.

La procedura richiede 5 giorni lavorativi. E’ possibile richiedere l’autentica entro le 24h pagando i relativi diritti d’urgenza.

 
PERCEZIONE CONSOLARE

La percezione consolare da pagare è pari a 13 euro.

Per la procedura d’urgenza, che prevede il rilascio del documento entro le 24 ore, si devono aggiungere il diritti d’urgenza che ammontano a 48 euro.


MODULI

Fac-simile traduzione patente cinese


468