Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_pechino

L'Amb. Sequi alla cerimonia di lancio della produzione della Jeep Cherokee a Changsha

Data:

19/10/2015


L'Amb. Sequi alla cerimonia di lancio della produzione della Jeep Cherokee a Changsha

L'Ambasciatore d'Italia, Ettore Sequi, ha partecipato oggi alla cerimonia organizzata da Fiat Chrysler Automobiles (FCA) per il lancio della produzione del modello Jeep Cherokee in Cina.

La cerimonia si è svolta a Changsha, capitale della provincia dello Hunan, nella fabbrica di FCA dove verrà costruito il Jeep Cherokee.

"Il progetto lanciato oggi conferma l'immagine di un'Italia dinamica e ricca di capacità di innovazione. Mostra anche la naturale propensione del nostro apparato produttivo a operare con successo nel contesto internazionale".

L'impianto di Changsha è il frutto di una collaborazione tra FCA e il costruttore cinese Guangzhou Automobile Group Corporation (GAC), a seguito di una Joint venture che risale al 2010.

Il valore dell'investimento dell'impianto è di 12,3 miliardi di RMB (circa 1,7 miliardi di Euro). La produzione della Jeep Cherokee a Changsha si aggiunge a quella dei modelli "Fiat Ottimo" e "Fiat Viaggio", destinati al mercato cinese. La capacità produttiva dell'impianto è di 275.000 automobili per anno, fra Jeep Cherokee e modelli Fiat.

"Il progetto di Fiat Chrysler Automobiles a Changsha dimostra la dinamicità di un gruppo automobilistico capace di rispondere alle sfide del mercato mondiale dell'auto. Il nuovo investimento di FCA in Cina è una dimostrazione di fiducia verso il mercato cinese" ha proseguito l'Ambasciatore Sequi.

"Esso è anche un'opportunità per le aziende italiane del settore automobilistico e della componentistica già presenti su questo mercato o che intendono entrarvi".

La joint venture FCA-GAC prevede di assemblare in Cina altri modelli Jeep nei prossimi anni: due nuovi veicoli entro il 2016 e un portafoglio completo di prodotti SUV per il 2018. La Cina è diventata il primo mercato per Jeep al di fuori degli Stati Uniti, con vendite quasi raddoppiate nel 2014 e che dovrebbero raggiungere i 3 milioni di unità entro il 2020.

Con il progetto inaugurato oggi FCA intende assumere un ruolo da protagonista sul mercato cinese, il più grande al mondo con 23 milioni di veicoli venduti ogni anno. Per FCA la Cina rappresenta già oggi il quinto mercato per vendite, grazie ai SUV Jeep (finora solo importati) e ai modelli "Fiat Viaggio” e “Fiat Ottimo” prodotti a Changsha.

Alla cerimonia erano presenti il Presidente e AD di Jeep, Mike Manley, il Presidente di GAC, Zhang Fangyou e il Segretario del Partito Comunista cinese della provincia dello Hunan, Xu Shousheng.

 jeep 1


541