Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_pechino

Inaugurato ad Hangzhou il primo stabilimento produttivo della Ferrero in Cina

Data:

30/09/2015


Inaugurato ad Hangzhou il primo stabilimento produttivo della Ferrero in Cina

È stato inaugurato lo scorso 23 settembre ad Hangzhou (Provincia dello Zhejiang) il primo stabilimento produttivo della Ferrero in Cina, alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia in Cina Ettore Sequi, dell'Amministratore Delegato Unico della società, Giovanni Ferrero, del Sindaco, Zhang Hongming e del Console Generale a Shanghai, Stefano Beltrame.

Realizzato nel tempo record di 18 mesi e con tecnologie all'avanguardia mondiale nel suo settore, l'impianto ha un valore di 300 mln/euro e costituisce quindi uno dei più importanti investimenti italiani non solo ad Hangzhou (che vanta IDE stranieri per 5,6 mld/euro), ma nell'intera Cina. La forza lavoro occupata, attualmente di 300 persone, dovrebbe crescere nel giro di un anno a circa 800/1000 unità.

Il Dott. Ferrero ha rivendicato con orgoglio la posizione conquistata dalla sua azienda sul mercato mondiale grazie anche alla particolare attenzione alla “corporate social responsibility”. Ferrero, in Cina dal 1977, è qui leader nel suo settore: presente a Shanghai
dal 2000 con un ufficio di rappresentanza, si è trasformata in trading company nel 2007 ed inizia adesso la produzione diretta “in China, for China” garantendo gli stessi standard qualitativi adottati nel resto del mondo.

L’Amb. Sequi ha sottolineato l'importanza dell'investimento sotto il profilo economico, tecnologico e del capitale umano. Ha ricordato le recenti visite del Ministro degli Esteri Gentiloni in Cina a conferma del rinnovato impegno italiano per la continuità e crescita dei rapporti bilaterali politici, economici e culturali, anche con l'obiettivo di aumentare il nostro export e promuovere gli investimenti cinesi nel nostro Paese. Ha quindi concluso affermando che l’Italia intende presentare in Cina il meglio del "Made in Italy" e promuovere il "Do it with Italy”, come dimostrato anche dall'investimento di Ferrero.


533